Cura e manutenzione degli orologi

Questi consigli sono specifici per gli orologi da polso. La manutenzione dell'orologio è semplice e questi consigli, ci consentiranno di conservarlo nel tempo nel migliore modo possibile, minimizzando costi e tempi di eventuali interventi di riparazione.

foto classico orologio da tasca

  1. Usiamo correttamente il nostro orologio, seguendo le eventuali indicazioni del libretto d'uso e manutenzione;
  2. Facciamo regolarmente la pulizia esterna dell'orologio; con un panno morbido inumidito in acqua tiepida, passiamo leggermente le superfici senza esagerare per evitare di strisciare o segnare il vetro, la cassa ed il bracciale. Se l'orologio ha il cinturino in pelle, non bagniamolo, procediamo alla pulizia solo della cassa e del vetro. Se l'orologio ha una impermeabilità garantita pari o superiore a 10 atm. possiamo lavarlo con acqua tiepida, sapone liquido neutro e uno spazzolino morbido da passare leggermente, risciacquando poi il tutto ed asciugandolo con un panno asciutto;
  3. Evitiamo prodotti per la pulizia dei metalli;
  4. Evitiamo il fai da te, soprattutto per quanto riguarda l'apertura della cassa e la sostituzione della batteria (per gli orologi al quarzo); sono possibili seri danni alla cassa stessa con probabile perdita dell'impermeabilità e penetrazione di acqua all'interno;
  5. Non esporrere l'orologio a colpi, urti o vibrazioni: possono arrecare seri danni ai meccanismi interni (movimento) ed ai componenti facenti parte della cassa, esempio la corona per la regolazione dell'ora, oppure i pulsanti presenti negli orologi con cronografo. Questi problemi possono produrre irregolarità di funzionamento, possibile perdita dell'impermeabilità, quest'ultima importantissima perché se venisse a mancare si verificherebbero delle infiltrazioni d'acqua (dovute anche alla semplice pioggia) con conseguenze gravissime per l'orologio intero;
  6. Da evitare lo sbalzo termico: le dilatazioni dei metalli, dei materiali sintetici e delle guarnizioni, potrebbero essere di entità tale da compromettere, anche se della durata di pochi istanti, l'impermeabilità del nostro orologio. Esempio: vietato esporre l'orologio al sole e di seguito immergersi in acqua.
  7. Non utilizzare i pulsanti durante un'immersione ad esempio con i cronografi, e comunque non immergersi in acqua con orologi che non abbiano la chiusura a vite.
  8. Dopo un'immersione nell'acqua marina lavare immediatamente ed accuratamente l'orologio anche se subacqueo; l'acqua salata è deleteria per il nostro orologio.
  9. La traspirazione della nostra pelle può intaccare la cassa ed il bracciale dell'orologio; in aggiunta, così come la nostra sudorazione, anche i  prodotti cosmetici come deodoranti, profumi, creme, lozioni ed altro ancora possono rovinare l'orologio: l'importante è eseguire regolarmante la pulizia come consigliato al punto n° 2.
  10. Non facciamo la doccia, il bagno, o laviamo le mani con l'orologio indossato: oltre a non essere igienico, non riusciremo a pulire con cura la parte a contatto con il polso.
  11. Se indossando l'orologio o compiendo operazioni di pulizia ci si accorge che il vetro è rotto o che ci sono parti deteriorate non aspettare che l'usura aggravi le condizioni dell'orologio, portiamolo subito dal nostro orologiaio di fiducia e richiediamo ricambi originali. Prevenire è meglio che curare.
  12. Se viene rotto il vetro dell'orologio è consigliabile estrarre la corona per la regolazione dell'orario, in modo da fermare il movimento interno ed evitare che schegge di vetro vengano trascinate dalle lancette andando a segnare il quadrante, o al peggio danneggino i ruotismi interni.
  13. Anche l'orologio più impermeabile può ridurre la propria resistenza in maniera improvvisa: basta un piccolo colpo,  per comprometterne l'impermeabilità. E' necessario quindi far controllare l'orologio ogni qual volta si facciano delle immersioni.
  14. Se vediamo della condensa o goccioline d'acqua sotto il vetro ed all'interno dell'orologio (dovuta sovente a fenomeni di condensazione a causa della diversa temperatura tra l'interno dell'orologio e la temperatura esterna), rivolgiamoci al più presto presso il negoziante o l'orologiaio di fiducia che provvederà ad eliminare il problema, evitando che il fenomeno dilaghi dal vetro al meccanismo sottostante, provocando ruggine, ossidazioni e conseguenti costosi interventi di riparazione.
  15. Tutti gli orologi, meccanici a carica manuale, automatici o al quarzo, necessitano di revisioni periodiche al fine di preservarne il corretto funzionamento. La frequenza con cui l'orologio va fatto controllare, dipende dal tipo di orologio e dalle condizioni d'uso; nel dubbio rivolgiamoci  al nostro negoziante o tecnico orologiaio di fiducia.